17 giugno – 8 settembre 2013

Galleria Borghese, Roma

Candida Höfer figura tra gli artisti più importanti nell’ambito della fotografia tedesca contemporanea meglio nota come “la scuola di Düsseldorf“. Nata ad Eberswalde nel 1944, dal 1975 Candida Höfer comincia un percorso artistico che la vede partecipare a diverse esposizioni internazionali, come la Documenta a Kassel nel 2002 e la Biennale di Venezia nel 2003, dove espone le sue opere nel Padiglione della Germania. Le sue opere sono presenti nelle collezioni di molti musei internazionali come il Centre Pompidou di Parigi, il Centro de Arte Reina Sofia di Madrid, la Kunsthalle di Amburgo, il Museum of Modern Art (MOMA) di New York, la Kunsthalle di Basilea. Il progetto Candida Höfer per la Galleria Borghese rappresenta un passo ulteriore, ancora più affascinante e complesso. Le foto scattate dall’artista tedesca in occasione della mostra I Borghese e l’Antico del 2011 – quando si ricostruì l’originaria collezione Borghese – permettono di immortalare la ricostruzione della Galleria Borghese al tempo immediatamente precedente la dispersione della sua straordinaria collezione, avvenuta agli inizi del XIX° secolo con Camillo Borghese, consentendo sia al pubblico generale quanto agli studiosi di rivivere e di attraversare virtualmente quegli spazi e quelle atmosfere di luci e di idee che generarono la passione e la prospettiva dei committenti.
La mostra consiste nell’esposizione all’interno del percorso museale di 7 grandi foto realizzate in quella occasione dalla Höfer.